Project of AEREZONA DEVELOPERS. Contact Us at: +92-300-3308001 email at: [email protected]
HomeReviewsGame ReviewsPentiment Recensione: intrighi, omicidi e misteri su Xbox Game Pass

Pentiment Recensione: intrighi, omicidi e misteri su Xbox Game Pass

Published on

- Advertisement -

Obsidian Entertainment propone un’avventura narrativa dallo stile unico, che fa da cornice a una trama interessante. Disponibile al lancio su Game Pass.

Scriveva Fernando Pessoa che “la morte è la curva della strada / morire è solo non essere visto”. Le esistenze delle generazioni umane che ci hanno preceduti sono proprio al di là di quella curva: un luogo irraggiungibile, solo intuibile grazie alle testimonianze provenienti dal nostro passato. Cosa rimane di una comunità quando ormai le sue ossa sono ridotte in cenere? A volte, solo e soltanto delle opere d’arte.

- Advertisement -

Pentiment racconta le vicissitudini del villaggio di Tassing e dei suoi abitanti tra il 1518 e il 1543. Sarebbe sbagliato dire che il protagonista dell’avventura narrativa di Obsidian Entertainment è l’artista Andreas Maler: la storia di Pentiment è corale, piena di quella torma di personaggi coloratissimi che i miniatori dipingevano scrupolosamente sui loro manoscritti, capaci di saltar fuori dalle pagine e di parlarci di un tempo che non c’è più. Nonostante qualche calo nel ritmo della narrazione, Josh Sawyer e il suo piccolo team ci hanno pienamente convinti della bontà del loro progetto: ve ne parliamo nella nostra recensione di Pentiment.

Cronache di Tassing

Gli eventi di Pentiment iniziano nel 1518. Andreas Maler è da poco giunto a Tassing, piccolo insediamento famoso per l’Abbazia di Kiersau che domina la vallata e i suoi contadini. I monaci benedettini si dedicano alla scrittura e alla decorazione di manoscritti miniati sui temi più vari: si va dalla Naturalis Historia di Plinio il Vecchio, testo fondamentale ancora a quell’epoca per l’arte medica e per lo studio della biologia, fino ai testi sapienziali dei dotti della Chiesa, come San Tommaso d’Aquino e Sant’Agostino di Ippona.

Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

È subito evidente come la scelta del 1518 come anno zero di Pentiment non sia stata casuale. Fin dall’inizio dell’avventura non mancano riferimenti alle 95 Tesi di Martin Lutero, affisse l’anno prima sul portone della chiesa di Ognissanti del castello di Wittenberg e da subito argomento di forte discussione tra i detentori del potere politico e religioso. È un periodo di grandi mutamenti, e Pentiment è la storia di come questi cambiamenti riguardino il popolino, i signori, gli abati, i contadini: tutti coinvolti – indipendentemente dall’estrazione sociale, come nella Danza Macabra dipinta sui muri della sala capitolare dell’Abbazia di Kiersau – in un vortice che travolgerà Tassing e, più in generale, tutta Europa.

1668437409 78 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp1668437409 703 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Eppure, a ben guardare, risulta vero quello che Giuseppe Tomasi di Lampedusa fa dire a Tancredi ne Il Gattopardo: “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi”. Lo si vede nella permanente miseria dei contadini, la stessa nell’arco di tutti i venticinque anni in cui si dipanano le avventure di Andreas Maler e dei personaggi di Pentiment. Personaggi che spesso bucano lo schermo, frutto di uno studio certosino – nei titoli di coda è presente una lunga bibliografia di testi consultati dal team, che si è avvalso di figure anche molto specializzate, tra cui una consulente per la gestualità manuale italiana – e di un grandissimo amore per la materia trattata, sempre affrontata con rispetto e sensibilità, anche quando si toccano temi molto duri, come la condizione femminile nel XVI secolo, lo stupro, l’assurdo tasso di mortalità infantile di quegli anni.

- Advertisement -

Il considerevole lasso di tempo in cui si svolgono le vicende narrate consente di seguire i suoi eventi salienti, nonché di approfondire la storia collettiva e i percorsi individuali delle famiglie che compongono la comunità di Tassing. Sono vicende di ricchezza e privilegio per i signori e per i membri del clero, e di miseria e sopravvivenza per i contadini della vallata: Andreas Maler si trova a condividere i pasti con gli uni e con gli altri, e le loro drastiche differenze sono simboleggiate dal più semplice degli alimenti, il pane.

1668437410 578 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Pane bianco per gli abbienti, pane di segale, scuro e spesso infettato da funghi e parassiti, per i poveri. E poi le radici pre-romane di Tassing, l’avvento del Cristianesimo, la ricerca di spiriti e santi a cui votarsi per vedere un altro sole sorgere, nella speranza che, un giorno, il pane di segale possa tramutarsi in un meraviglioso pane bianco.

L’artista investigatore

- Advertisement -

Andreas Maler è un estraneo nella comunità di Tassing. Ciò gli consente di mantenere un occhio critico e attento rispetto a quanto accade in città, e proprio per questo la sua opinione verrà ricercata dai cittadini e dalle autorità chiamate a indagare su eventi misteriosi e drammatici che interessano l’insediamento. All’inizio di Pentiment si possono scegliere i luoghi visitati da Andreas negli anni precedenti, con ripercussioni sulle sue conoscenze e sulle lingue da lui parlate. Noi abbiamo selezionato l’Italia, e nel corso dell’avventura abbiamo potuto avvalerci di nozioni utili per tradurre testi e comprendere particolari stili grafici nei manoscritti.

1668437411 969 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Non solo: è possibile anche scegliere il background di studi di Andreas. Nel nostro caso, abbiamo creato un protagonista versato nelle arti oscure e nello studio della natura, facendo scoperte davvero interessanti soprattutto nella primissima indagine affidata all’artista. Abbiamo apprezzato il rilievo di tutte queste scelte, capaci di fornire prospettive diverse sulla storia e anche di direzionare le indagini, a seconda di quanto Andreas può scoprire e approfondire sull’ambiente circostante, sulle motivazioni degli abitanti di Tassing e su manoscritti e oggetti di vario tipo.

1668437411 626 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp1668437411 445 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Va detto che, una volta risolto l’intreccio della storia – che può avere una sola conclusione – gli elementi “di mezzo” perdono consistenza, e il replay value dell’avventura (la cui durata, nel nostro caso, si è attestata sulle 12 ore) risulta tutto sommato modesto, salvo che il giocatore bruci dalla voglia di costruire un background del tutto diverso per Andreas Maler e scoprire come il suo approccio alle indagini cambierà. Le differenti conoscenze del protagonista e le sue attitudini nei confronti del prossimo offrono diverse opzioni d’azione e di conversazione. Ad esempio, impostando un animo edonista per il nostro artista, abbiamo avuto la possibilità di tentare di sedurre una suora del convento di Kiersau, e abbiamo potuto commentare, grazie a una conoscenza di prima mano, le piaghe presenti su un cadavere, afflitto dal “mal francese” e grande donnaiolo in vita. Molte delle scelte di dialogo e di indagine hanno ripercussioni concrete su conversazioni ed eventi successivi, e gli elementi GDR nella “creazione” del personaggio principale di Pentiment ampliano la varietà di approcci possibili alle indagini e alle chiacchierate con gli abitanti di Tassing.

1668437412 21 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Certo, è il viaggio ad aver valore, più che la destinazione. Vogliamo specificare che il finale ci ha colpiti non poco per delicatezza e coerenza rispetto alla visione data dei temi trattati nel corso della storia. Tuttavia, le scelte di Andreas peseranno più sulle vite individuali e familiari degli abitanti di Tassing che sul grande schema delle cose, mutando la trama dell’arazzo di Pentiment, ma non la raffigurazione che, alla fine, si vedrà emergere dal tessuto creato da Obsidian Entertainment. Sopportare l’odio di una figlia il cui padre è stato ucciso per causa nostra è doloroso: Andreas Maler si troverà a patire le conseguenze di ogni sua scelta, senza però che il finale ne venga condizionato.

Tanta narrazione, pochissima azione

È chiaro che l’intento di Josh Sawyer e del suo abilissimo team era innanzitutto quello di creare un’avventura narrativa, seguendo i modelli illustri di A Night in the Woods e Oxenfree (la nostra recensione di Oxenfree è a portata di click), guardando a capolavori come Okami per costruire un immaginario artistico coerente e basato su un particolare stile. Quest’ultimo obiettivo può dirsi riuscito in maniera eccellente – e riprenderemo questo discorso più avanti – mentre il primo è andato incontro a qualche inciampo.

1668437412 577 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Parliamo in primis dei minigiochi, presenti in numero tutto sommato modesto, ma spesso tutt’altro che esaltanti. Non abbiamo apprezzato la zecchinetta, un gioco di carte dalle meccaniche davvero troppo casuali per intrattenere, mentre alcuni puzzle – come la ricostruzione di un vaso antico – sono risultati più a fuoco, pur nella loro estrema semplicità. Sono elementi che sembrano inseriti quasi a forza, per una esigenza di proporre degli enigmi che non risultano affatto necessari: lo ha dimostrato il già citato Oxenfree, forte sì di una interessante meccanica di sintonizzazione delle onde radio, ma non dotato di enigmi veri e propri.

1668437413 70 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp1668437414 417 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Pentiment avrebbe potuto reggersi benissimo sulle sue robuste gambe senza compromessi di questo tipo, ma qui arriva un secondo problema: una gestione imperfetta del ritmo della narrazione. Mentre le prime fasi di gioco sono quasi convulse, una vera e propria corsa contro il tempo per individuare il colpevole del primo omicidio – tra incursioni nella biblioteca dell’abbazia, pedinamenti, avvistamenti di fantasmi, intrighi e sotterfugi – la seconda parte dell’avventura (ambientata nel 1525) e, per una sua porzione, anche la terza (che prende luogo nel 1543) procedono con minore urgenza, e in ultima analisi non riescono a tenere il giocatore incollato allo schermo come avvenuto nelle prime battute del viaggio di Andreas Maler.

Rimane però il desiderio di scoprire il più ampio schema delle cose, la soluzione finale all’enigma supremo di Pentiment, adombrato da alcuni indizi che presto spingeranno il giocatore a chiedersi se la comunità di Tassing non sia, in realtà, più di quello che sembra o quantomeno diversa come appare. E, come detto, lo scioglimento dell’intreccio narrativo sorprende e lascia soddisfatti, centrando appieno gli obiettivi che Obsidian Entertainment sembra essersi proposta.

Alla scoperta della Germania agli inizi dell’Età Moderna

Un po’ come l’eccellente Immortality di Sam Barlow (trovate qui la nostra recensione di Immortality), anche Pentiment è pieno di riflessioni sul ruolo dell’arte e dell’artista. Il monaco Piero dice ad Andreas che l’arte è illusione, ma nella forma più pura riesce a illuminare il sentiero che conduce alla verità: non stupisce che Josh Sawyer e il suo team abbiano dedicato visibili sforzi allo studio dei manoscritti che hanno dato vita allo stile estetico di Pentiment.

1668437415 149 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

Così come non sorprende vedere nei ringraziamenti del gioco Yaza Games, sviluppatori di Inkulinati, in arrivo quest’anno (trovate qui la nostra anteprima di Inkulinati). Rispetto a Pentiment, il titolo indie polacco ha un feeling maggiormente tattile: sembra che le figure disegnate sui manoscritti, manovrate dal giocatore in lotte all’ultima boccetta d’inchiostro, stiano per saltare fuori dalla pagina da un momento all’altro. La grana di Pentiment è meno visibile, e il disegno scorre in maniera uniforme su schermo, sebbene la schermata di pausa evidenzi la pagina del libro che accoglie lo stesso (libro che risulterà pienamente giustificato da un punto di vista narrativo).

A nostro avviso, la resa estetica di Pentiment prende spunto in particolare dal Die Schedelsche Weltchronik di Hartmann Schedel, pubblicato pochi anni prima degli eventi di gioco – nel 1493, per la precisione – a Norimberga, e quindi in quell’area germanica in cui è ambientata l’avventura di Andreas Maler.

1668437416 431 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp1668437417 122 Pentiment Recensione intrighi omicidi e misteri su Xbox Game Pass.webp

La cronaca di Schedel è uno dei più importanti libri stampati del XV secolo. Forte di oltre 1800 xilografie, rappresentava – con grande realismo per l’epoca – diverse grandi città e aree del mondo; le sue illustrazioni ci hanno ricordato molto da vicino lo stile adottato per Pentiment, che risulta impeccabile e sempre coerente dal punto di vista della direzione artistica, realizzando le qualità che il locandiere di Tassing, Niko, attribuisce alla moglie Hanna: un grande equilibrio di determinazione e di grazia. Contribuiscono alla caratterizzazione anche i dialoghi dei personaggi, scritti con font diversi a seconda dell’estrazione sociale del parlante. Ecco che le parole dei contadini sono vergate con piuma d’oca e un inchiostro diluito, e i frequenti errori vengono frettolosamente corretti da chi scrive.

Al contrario, le parole dello stampatore Claus Drucker vengono impresse a schermo in maniera istantanea, come se una mano invisibile premesse la pesante leva del torchio tipografico. Sono tutti segni di cura e attenzione capaci di mostrare la passione e la competenza riversate in abbondanza dagli sviluppatori in Pentiment. Completa il quadro un eccellente accompagnamento sonoro, capace di riportarci indietro nel tempo e di farci sentire pienamente inseriti nel contesto storico rappresentato.

- Advertisement -

Latest articles

Institutional advertising is out of control in Spain with extra costs and favorable treatment

The Public Administration has become one of the main advertisers in Spain above giants...

Good news: the Samsung Galaxy Z Flip 5 will have a larger external screen

Folding phones are one of the big bets in this market segment, in...

More like this